carote proprietà vitamine

Buone, leggere, colorate e versatili: le carote sono un ortaggio a radice facilmente utilizzabile in cucina, perché si adattano bene a tante gustose preparazioni. Ricche di vitamine e minerali, possiedono tantissime proprietà benefiche per l’organismo.

Quelle più note sono le arancioni, ma negli ultimi anni si sono diffuse anche quelle gialle e viola.

In questo articolo scopriamo che caratteristiche possiedono, valori e proprietà nutrizionali e come cucinarle per approfittare dei molti effetti positivi.

Proprietà e valori nutrizionali delle carote

A livello nutrizionale, le carote forniscono vitamine del gruppo B, calcio, fosforo, magnesio, iodio e una ricca serie di caroteni precursori della vitamina A. Inoltre, hanno un alto contenuto di betacarotene, molecola antiossidante responsabile della pigmentazione giallo-arancio dei vegetali, e salutari dosi di vitamina C e vitamina E.

L’associazione tra alte dosi di caroteni, vitamina C e vitamina E rappresenta la migliore ricetta naturale per proteggere la pelle dall’invecchiamento. Ma le carote, come in molti già sanno, sono un alimento indispensabile anche per la salute degli occhi. Il consumo regolare, infatti, permette al betacarotene, insieme alla vitamina C, di svolgere una buona azione antiossidante e preservare la vista.

E poi le carote sono particolarmente leggere: 100 grammi contengono circa 40 kcal, sono ricchissime di acqua, hanno una presenza minima di proteine e limitata di zuccheri.

Possono quindi essere inserite senza problemi in un regime alimentare dietetico.

Come mangiare le carote, per sfruttare al massimo le proprietà?

Si possono mangiare crude come snack salutare tra un pasto e l’altro, in insalata, con un pinzimonio, ma anche cotte e cucinate in tantissimi modi.

In generale, preferire la verdura cruda aiuta a non dispenderne i nutrienti, ed è vero che le carote crude sono più ricche di fibra, ma nel caso di questo ortaggio si può optare senza pensarci troppo anche per il consumo post cottura. Il betacarotene, infatti, non si elimina cuocendole, sempre che non le si cucini in maniera eccessiva e si conservi la loro naturale croccantezza.

L’indice glicemico molto basso nell’ortaggio crudo, tende ad aumentare in cottura, ma l’alto contenuto di fibra contrasta questo valore, non facendo alzare la glicemia. Insomma, siamo davvero davanti a un ortaggio dalle straordinarie proprietà nutritive, che non dobbiamo far mancare sulla nostra tavola, anche da cotto.

Ecco, allora, una colorata ricetta, quella delle carote al gratin!

Ortaggio dalle straordinarie proprietà, le carote andrebbero consumate spesso. Ricche di vitamine e minerali, hanno un’azione antiossidante e protettiva. Preservano la pelle dall’invecchiamento e la salute degli occhi.  Si possono consumare sia crude, sia cotte, senza paura che la cottura alteri le sostanze contenute

Ricetta delle CAROTE AL GRATIN

È facile e veloce da preparare, occorrono pochissimi ingredienti per portare in tavola una gustosa alternativa alla classica verdura cotta, o arricchire di colore e bontà una cena a buffet.

INGREDIENTI

  • 5 carote grandi
  • 100 gr di farina integrale
  • Latte qb
  • Noce moscata
  • Un pizzico di pepe nero
  • Un cucchiaio di formaggio grattugiato
  • Prezzemolo
  • Semi di lino (o altro seme a scelta)

PREPARAZIONE

Passa le carote sotto l’acqua corrente, privale delle estremità e della buccia e lavale nuovamente, quindi inizia a tagliarle a rondelle. Fai in modo che ogni pezzo sia uguale all’altro in quanto a spessore.

Cuocile a vapore per circa 10 minuti, assicurandoti che rimangano croccanti.

Intanto in una casseruola metti la farina integrale, accendi il fuoco e lascia che si sciolga aggiungendo poco per volta il latte. Potrai fermarti quando la farina sarà diventata pastosa, senza risultare eccessivamente liquida. Porta a ebollizione e insaporisci con un po’ di noce moscata e un pizzico di pepe nero.

Rivesti una pirofila con della carta da forno e trasferisci le carote evitando di accavallarle una sull’altra, versa la salsa profumata distribuendola bene. Aggiungi un po’ di formaggio grattugiato, qualche semino di lino, o altro seme a scelta, e un po’ di prezzemolo.

Completa gratinando in forno preriscaldato a 200 gradi circa per non più di 10 minuti.

È preferibile preparare la ricetta poco prima di portarla a tavola.


Se i nostri articoli ti piacciono, ti suggeriamo di iscriverti alla newsletter

Riceverai tutte le settimane delle email esclusive con dei consigli utili (e testati) per rimanere in forma, dimagrire e migliorare la tua alimentazione. E riceverai subito in regalo una guida per sgonfiarti e perdere peso senza dieta. Se vuoi la guida in regalo, CLICCA QUI