>, COME DIMAGRIRE>Come iniziare (e fare) una dieta

Come iniziare (e fare) una dieta

iniziare una dieta nel modo corretto

Tutti vorremmo dimagrire velocemente e raggiungere il peso desiderato in un lampo, ma poche persone sanno veramente come iniziare e fare una dieta. Sembra banale, ma non è così scontato seguire un regime dimagrante per diverse settimane.
Spesso si improvvisano dei tentativi senza avere un metodo o un programma alimentare studiato e bilanciato, perché la prova costume è vicina, perché si vuole fare bella figura al matrimonio della cugina, per rimettere i vestiti della scorsa stagione.
Tutte ottime motivazioni che portano a cercare diete dimagranti veloci, che facciano perdere peso in pochissimo tempo, oppure iniziare a seguire delle diete che poi si mollano a metà.

Lo hai fatto anche tu, vero? Certo, ma poi non stupirti se dopo tutti gli sforzi che hai fatto, in poche settimane torni al vecchio peso di partenza.

Perché devi fare i conti con una verità assoluta: dimagrire velocemente è possibile, ma più rapidamente perderai peso, più facilmente lo riprenderai. E con gli interessi!

Si chiama effetto yo-yo e se non è la prima dieta che affronti, lo conosci benissimo perché è quello che ti ha fregato fino a oggi.

Se invece è la tua prima volta, tatuatelo: perdere peso con il giusto ritmo è più efficace che perderlo velocemente e sarà molto, molto più facile mantenerlo!

Per ribadire questo concetto così importante ho scritto questo post: per spiegare come iniziare e fare la dieta, come affrontarla, come organizzarsi e come schivare le insidie nascoste, per raggiungere il risultato che ti eri prefissato, e soprattutto a mantenerlo.

Perché anche per dimagrire ci vuole metodo. 

In questo post troverai 10 passaggi che ti aiuteranno a raggiungere i tuoi obiettivi (+ due regali utilissimi):

  1. Perché è meglio dimagrire nei tempi giusti che perdere peso velocemente
  2. Gli effetti negativi delle diete veloci
  3. Quale dieta scegliere
  4. Fai la dieta nel periodo giusto
  5. Come affrontare la dieta
  6. Come programmare la Dieta
  7. E ora organizzati
  8. L’esercizio fisico, questo sconosciuto
  9. I cibi da evitare (come la peste)
  10. Conclusioni

Leggi questo post fino in fondo, troverai due strumenti importanti: uno in regalo da scaricare, l’altro sempre a disposizione.

1. Perchè è meglio dimagrire nei tempi giusti che perdere peso velocemente

Quando si vuole dimagrire velocemente, la prima cosa che si fa è quella di privarsi del cibo. Anche se ti può sembrare la genialata del secolo, ti assicuro che non lo è. Anzi…

consigli pratici per seguire una dieta

Noi lo chiamiamo effetto “Isola dei famosi”: hai mai notato che quando un concorrente molto dimagrito, viene eliminato dall’isola e si presenta in studio, dopo solo una settimana ha riacquistato il peso che aveva prima di partire?! E se non è esattamente lo stesso peso, lo riprenderà in pochi giorni.

Privarci del cibo non è mai una buona idea: il corpo umano è una macchina perfetta ed eliminare il suo carburante principale fa scattare tutti gli allarmi dell’autodifesa e dell’autoconservazione. L’improvvisa scarsità di cibo viene percepita immediatamente come segnale di pericolo e non appena abbasserai la guardia e tornerai a mangiare normalmente, il tuo corpo assimilerà tutto quello che ha perso, è solo questione di tempo. Così funziona l’effetto Isola dei Famosi: perdi 7 chili in un mese? Complimentoni! Ci rivediamo a tavola!

Quindi un’idea furba si trasforma in un boomerang. Per perdere peso veramente e in modo duraturo devi farlo lentamente, dando il tempo al corpo di assestarsi sui nuovi ritmi e abituarsi.

2. Gli effetti negativi delle diete veloci

E non parliamo poi delle pessime conseguenze delle diete veloci su tutto l’organismo… Il primo effetto negativo è il rallentamento del metabolismo basale. Avere un metabolismo veloce è fondamentale per dimagrire. Se vuoi saperne di più, leggi l’articolo Come accelerare il metabolismo.

Ma questo non è l’unico effetto negativo delle diete veloci, ce ne sono tanti altri. Fra questi: steatosi (fegato grasso), la pelle diventa flaccida e rugosa, perché non è abbastanza elastica e non fa in tempo ad abituarsi al calo di peso, valori sballati nel sangue e carenza di minerali e vitamine, che ti rendono debole e scontroso, e condizionano la qualità del sonno. Risultato? Ti troverai di notte a letto, affamato, a chiederti chi te lo fa fare, a pensare che è l’ennesimo fallimento.

Anche perché tutto questo non ti servirà a nulla: fidati, i kg persi li riprenderai tutti e non potrai vivere privandoti del cibo per sempre.

Quindi, valuta se è il caso di cominciare una dieta così, perché forse non sai che dimagrire velocemente è sbagliato. Sì, ti porta a risultati immediati, ma non duraturi! E che peggiorano la situazione.

Anche io ci sono caduto più volte, prima di capire che è un meccanismo del tuo stesso corpo quello che ti impedisce di mantenere la tua perdita di peso a lungo e cadere nell’effetto yo-yo.

È una battaglia persa in partenza, non vinci mai. Quindi meglio concentrarsi sulla dieta giusta da scegliere e seguire.

3. Quale dieta scegliere

Hai mai sentito quel detto orientale sul segreto per vivere a lungo e felici? Recita così: “Se vuoi una vita lunga e felice, mangia la metà, cammina il doppio, ridi il triplo e ama senza misure”.

Niente di più vero. Condividi?

Ti cito solo un dato che mi ha colpito davvero tanto. Secondo uno studio del magazine scientifico The Lancet, nel 2010 gli effetti congiunti di carestie e malnutrizione hanno ucciso circa 1 milione di persone. L’obesità ha fatto 3 milioni di vittime

Considera che in media una donna, intorno ai 30 anni, alta un metro e settanta, sui 70 kg di peso e con un lavoro sedentario, ha bisogno di 1710/1810 calorie giornaliere.

Un uomo invece, con gli stessi requisiti, ha bisogno di 1860/1960 calorie giornaliere.

Sono valori medi, perché siamo tutti diversi, dalla struttura ossea alla massa grassa, dalle differenze del metabolismo basale alla predisposizione per l’attività fisica.

Sapere chi sei e conoscere il tuo corpo è fondamentale per iniziare e fare una dieta e farle prendere la giusta direzione per dimagrire.

Devi calcolare, considerare e appuntarti tanti diversi fattori. A cominciare dal calcolo del consumo energetico giornaliero.

Calcola i tuoi parametri e scarica la tua dieta con GO-DIET, è gratis fino al 31 dicembre.

E tieni sempre bene a mente che la perdita di peso consigliata da gran parte dei nutrizionisti e dietologi, per la classica persona “media“, in sovrappeso e con una vita sedentaria non è più di 2, massimo 3 kg al mese. Ti ripeto, le diete veloci per dimagrire in fretta esistono e funzionano ma non sono consigliabili per milioni di motivi, soprattutto perchè prima o poi riprenderai tutti i kg persi, e ora sai il perché, non puoi più fare finta di nulla (se ancora ti sfugge qualche ragione, torna al punto precedente).

Di diete serie da seguire ce ne sono tante. Vai alla sezione DIETE di Mimettoadieta.it e troverai le migliori. In base alle tue peculiarità ed esigenze, scegli quella più adatta e quella che meglio ti può accompagnare per un lungo periodo. Una dieta molto valida, sana e bilanciata, è quella del dott. Calabrese.

Oppure, se preferisci e hai la possibilità, fattela prescrivere e personalizzare da un nutrizionista o dietologo.

Evita le diete dimagranti veloci: anche se nell’immediato ti sembrano una genialata, poi ti fanno riprendere tutti i chili persi, con gli interessi. E tieni presente che la perdita di peso consigliata da nutrizionisti e dietologi è più di 3, massimo 4 kg al mese.

4. Fai la Dieta nel periodo giusto

Qual è il momento migliore per fare la dieta? Sembra una domanda secondaria, quasi ininfluente, ma ti assicuro che è la colonna vertebrale della dieta.

Come forse già saprai, stufarsi, cadere, cedere, trasgredire o mollare sono purtroppo alcuni delle insidie più frequenti di una dieta dimagrante. E il più delle volte, la causa del fallimento non è dovuto alla tua “poca” determinazione, ma da agenti esterni, indipendenti dalle tue scelte o dalle tue forti motivazioni. Sono loro a dare la vera spallata.

Feste comandate, serate con gli amici, compleanni, pranzi o cene in famiglia, grosse consegne al lavoro, problemi di coppia, stress, vacanze, viaggi di lavoro, devo andare ancora avanti?

Sono tutte mine sul tuo percorso dimagrante.

Per questo, prima di iniziare la dieta, è importante capire in che periodo della tua vita sei e quali situazioni dovrai affrontare nelle settimane successive. È impossibile prevedere tutto, ma la maggior parte degli eventi li conosci in anticipo. Non trascurare questo aspetto, sarà fondamentale.

5. Come affrontare la dieta

Che cos’è la prima cosa che bisogna creare per vedere se una start-up può avere successo?

Un buon Business Plan.

cosa bisogna sapere prima di fare una dieta

Senza quello non si va da nessuna parte, nemmeno s’iniziano i progetti.

Si può fare la stessa cosa per la dieta (e qualunque altro grosso progetto devi affrontare). Non devi fare calcoli matematici, ma devi schematizzare, organizzare e prevedere il tuo tempo e la tua alimentazione futura. Come dicevo all’inizio, per iniziare un nuovo percorso ci vuole metodo.

Nei capitoli successivi ti mostreremo come scrivere il tuo Business Plan e vedrai che dopo riuscirai ad evitere la maggior parte delle mine sulla tua strada, prevederai i momenti peggiori, ridurrai al minimo qualsiasi interferenza con il tuo obiettivo.
Seguendo i consigli di questo post, avrai in mano la tua arma migliore, sarai pronto e preparato e nulla sarà lasciato al caso!

6. Come programmare la Dieta

Decidere di iniziare e fare una dieta dimagrante equivale a prendere in mano la propria vita, ad averne il controllo. Come quando decidi come ti vesti, che università fare, dove andare in vacanza.

Quindi, decidi quanto vuoi dimagrire e in quanto tempo.

Adesso ti accompagnerò passo per passo a programmare la tua dieta.

Vediamo un esempio guidato. Rispondi alle domande.

QUANTO PESO? Ad esempio 80KG

QUANTO VOGLIO PERDERE? Facciamo per semplicità 6 Kg.

IN QUANTO TEMPO LI VOGLIO PERDERE? Vuoi perderli SENZA riprenderli quando smetterai la dieta? Allora sono 3 mesi.

QUINDI:

6 Kg : 12 settimane = 500 gr. a settimana.

Perfetto.

Ora hai bisogno di una tabella settimanale, che ti aiuterà a programmare la tua dieta. Ed ecco il secondo regalo per te: ne ho messa una per te a disposizione, già schematizzata per facilitarti, che puoi usare liberamente.

STAMPA LA TABELLA SETTIMANALE PER FARE LA DIETA.

Stampala per il numero di settimane previste per il tuo percorso di dieta (in questo caso 11 settimane, quindi 11 copie).

Scrivi in alto, bene e in vista il tuo obiettivo + le calorie giornaliere che devi consumare, calcolate con GO-DIET, l’app di prima.

6KG in 12 SETTIMANE = 1300 KCal al giorno

In alto, dopo SETTIMANA scrivi per ogni foglio il numero di settimane (1, 2, 3…)

Dopo PESO FORMA, scrivi progressivamente il tuo peso meno i 500 grammi da perdere nella settimana, in questo caso:

Settimana 1                           PESO FORMA 79,5 (80kg-0,5)

Settimana 2                           PESO FORMA 79,0

Settimana 1                           PESO FORMA 78,5

Settimana 12                         PESO FORMA 70 !

Prendi il calendario, scegli con cura, con cura!, il periodo migliore per iniziare e fare la dieta.

Non avere fretta, considera bene tutto quello che ti sarà d’ostacolo, segnalo sul calendario e trova le 12 settimane a te più congeniali per iniziare il tuo percorso di dieta.

La dieta si comincia il mercoledì e sempre (e soltanto) di mercoledì ti peserai (se non sai perché, scarica la guida gratuita 18 CONSIGLI PER PERDERE 3 KG).

Bene, ora segnati giorno per giorno solo il menu della prima settimana della dieta che hai scelto (il lunedì seguente scriverai quello della seconda settimana).

COSA TI SERVE:

  1. Pazienza
  2. Determinazione
  3. Amore per te stessa
  4. Una buona bilancia per alimenti (indispensabile! come le prime tre…)

7. E ora organizzati

Questo aspetto dipende molto dal tuo stile di vita: se vivi da sola, in coppia o in famiglia, se al lavoro puoi portarti il pranzo o devi andare al bar.

In ogni caso, avverti chi ti sta più vicino delle tue intenzioni, digli esplicitamente di starti vicino e sostenerti: deve capire che non dovrà cambiare le sue abitudini alimentari, ma dovrà supportare le tue, evitando di tentarti, anche involontariamente. Chiedi loro di non offrirti nulla e di non preoccuparti, se per due mesi sei a dieta, non morirai di stenti. E avvisali preventivamente che sarai di pessimo umore.

Mettersi a dieta è una cosa molto seria e va rispettata.

Se non c’è rispetto, non ci saranno mai risultati.

Quanto agli amici, limita le cene e gli aperitivi, proponi piuttosto di andare al cinema, o di andare a fare shopping (così cammini e bruci).

In casa fai sparire tutto quello che non c’entra con la dieta, tutto il junk food del quale ti sei circondato, tutte le caramelle, gli snack, le bibite gassate… via tutto!

Vai a fare la spesa per te, solo per te, e organizzati bene con tutti i prodotti della tua dieta settimanale (se sei in famiglia, dedicati un ripiano del frigorifero tutto tuo).

Ricorda, compra solo e soltanto il cibo che previsto dalla tua dieta, né più né meno.

Se i famigliari vorranno partecipare alla tua dieta tanto meglio, il cibo che cucinerai sarà sempre ottimo, sano e per tutti.

Ma attenzione ai condimenti, ognuno si deve condire il suo piatto (il tuo condimento, dall’olio ai sughi dovrai centellinarlo) e attenzione anche alle porzioni, le tue dovranno essere sempre pesate.

DETERMINAZIONE. TANTA.

…E una bella foto del Dottor Nowzaradan sul frigo, ti aiuterà di certo 🙂

mimettoadieta.it

Per dimagrire e mettersi a dieta ci vuole metodo, come quando affronti qualunque altro progetto importante della tua vita.
Metodo, costanza, determinazione e organizzazione.

8. L’esercizio fisico, questo sconosciuto

Se pensi che 30 minuti di camminata equivalgono alle calorie di un bicchiere di vino… Capisci quanto è importante fare sport per smaltire quello che mangiamo.

Se vuoi dimagrire prima di tutto devi ricominciare a muoverti come non fai più da tempo.

Iscriviti in palestra, cerca sul web tutorial di esercizi, scarica le app migliori per fare yoga, fitness o crossfit. Nel web c’è un mondo di siti con tabelle per la corsa, tutorial con esercizi di tutti i tipi e di tutti i gusti. Noi abbiamo scritto un articolo dedicato ai migliori personal trainer che fanno corsi online e puoi seguire da casa.
Se guardi sui loro canali Youtube o sulle loro pagine di Facebook, trovi anche molte lezioni gratuite.

E poi, cammina invece di prendere l’autobus, prendi la bici al posto dell’auto, fai le scale al posto dell’ascensore, fatti una bella corsa la mattina presto prima della colazione o la sera prima di sederti a tavola. Muoviti! Brucia! Cambia mentalità e cambierai il tuo corpo.

Abbandona finalmente la tua comfort zone fatta di piccole gratificazioni momentanee che si attaccano alla tua ciccia e rimettiti in gioco! Cambia quello che non funziona. Stare sul divano non ha mai cambiato la vita a nessuno, pensa in grande!

La gratificazione maggiore l’avrai quando solo per merito tuo tornerai a essere in forma, piena di energia e di progettualità!

È tutto in mano tua. Non smettere mai di crederci.

È solo una questione di voglia, tempo, testa e organizzazione!

In conclusione…

Vuoi dimagrire? e allora comincia a muovere il culo!

9. Cibi da evitare (come la peste)

In tutte le diete al mondo e anche di altri pianeti, troverai questa lista di cibi da cui stare momentaneamente alla larga, o al limite da dosare con la massima attenzione:

  • Salumi/insaccati
  • Burro e Formaggi
  • Patate
  • Pane e pasta
  • Olio d’oliva
  • Fritture
  • Dolci di qualsiasi tipo, dimensione e forma
  • Gelati
  • Alcolici
  • Cocco
  • Maionese
  • Bibite gassate (anche dietetiche)
  • Cibi industriali /preparati da scaldare
  • Junk food, ovvero merendine, patatine, snack e tutte quelle cose buonissime e porcose per cui vale la famosa “regola dello scaffale”: là li lasci e vedrai che sui tuoi fianchi non andranno.

Ecco, per il periodo della tua dieta, un piccolo sforzo ed eliminare quelli davvero inutili e limitare quelli indispensabili puoi farlo.

10. Conclusioni: come iniziare e fare una dieta

Non sarà facile, avrai momenti di scoramento e di cedimento, ma se segui queste indicazioni, sarà più facile non mollare e conquistare il tuo peso forma. E poi, ricorda che ci siamo noi: Mimettoadieta.it è nato anche per questo, per sostenersi a vicenda nei momenti di difficoltà e incoraggiarsi ad anadare avanti.

Ma ora, un veloce promemoria dei 9 step che abbiamo visto:

  1. è meglio dimagrire nei tempi giusti che perdere peso velocemente. Con le diete dimagranti veloci si ottengono risultati contrari a quelli desiderati. Appena si interrompe la dieta, si riprende il peso di partenza, con gli interessi.
  2. Le diete veloci hanno numerosi cointroindicazioni, a cominciare dal rallentamento del metabolismo.
  3. Per scegliere la dieta giusta bisogna conoscersi e conoscere le proprie esigenze
  4. È importante valutare con attenzione il periodo in cui si farà la dieta, per evitare insidie che possono farti cedere
  5. Come per tutti i progetti importanti, per iniziare e fare una dieta ci vuole metodo. Bisogna organizzarsi e gestire tempi e risorse
  6. Quanto vuoi perdere? In quanto tempo? Seguendo il nostro schema, riuscirai a programmare la tua dieta dimagrante. In più ti hai trovato il link per scaricare gratuitamente la tabella settimanale della dieta per avere tutto sottocontrollo.
  7. Non dimentacare gli aspetti organizzativi: come fare la spesa, come comportarti con i tuoi famigliari
  8. Non c’è dimagrimento senza esercizio fisico
  9. Infine, ci sono dei cibi da evitare, come la peste. Trovi l’elenco completo

Se seguirai questi step, raggiungerai i tuoi risultati. E se hai voglia, scrivici i tuoi commenti, facci sapere come va.

Foto di: dall’alto Ustyn Warner on Unsplash; Jennifer Burk on Unsplash; Jon Tyson on Unsplash; Rawpixel Com on Unsplash.

About the Author:

Co-fondatore di mimettoadieta.it, giornalista pubblicista e visual designer. Non mi sono mai interessato di educazione alimentare e non ho mai avuto problemi con la bilancia, fino a quando nel 2010 ho smesso di fumare. Un evento che ha stravolto il mio rapporto con il cibo: in un anno ho preso 11 kg. Totalmente impreparato e con un lavoro sedentario, sono caduto nel circolo vizioso di tentativi improvvisati per dimagrire: ho provato di tutto, dalle diete fai da te agli integratori e mi sono trovato di fronte a tanti, troppi consigli sbagliati. Fino a quando ho deciso di cambiare, migliorare e ho cominciato a studiare. Tutto quello che ho imparato lo trovi in questo blog.