ricette facili smart working

Lavoro e cucina. Chissà quante volte ci siamo detti di non riuscire a conciliare le due cose e per questo motivo ci siamo ritrovati a mangiare cibo spazzatura che, inevitabilmente, fa lievitare il peso e non ci fa bene alla salute.

Il problema non si presenta solo quando si lavora fuori casa e si ha davvero poco tempo da passare ai fornelli per preparare il pasto da portare in ufficio, ma anche quando si lavora in modalità smart working, come da qualche mese accade a molti. Perché sì, è vero che non ci si deve spostare dalla propria abitazione, ma è anche vero che spesso il tempo che si dedica al lavoro è di gran lunga maggiore.

Come fare? Per la pausa pranzo in smart working, la soluzione allora è organizzare i pasti in modo strategico e preparare degli alimenti che si possano abbinare tra di loro facilmente. Per esempio, avere sempre un piatto principale con delle proteine o dei carboidrati da cucinare velocemente e dei contorni flessibili, da alternare.

E non solo: per non impazzire dietro ai fornelli, servono delle ricette semplici, che non richiedano troppi passaggi e massimo 10 minuti di preparazione. Da fare tra una call e l’altra, o mentre si beve il caffè.

Ecco quindi i nostri utili suggerimenti per organizzare i pasti, preparare gustose e veloci ricette e stare in cucina il meno tempo possibile.

La spesa furba per la pausa pranzo in smart working

Lavorare in casa ha tantissimi vantaggi, ma se non si è bravi a gestire i tempi e le pause, rischia di essere alienante. Non si parla con nessuno, non si stacca mai, si mangia davanti al computer. Mentre bisogna sforzarsi di fare la pausa pranzo e mangiare qualcosa di sano. Non l’ennesimo pezzo di pizza o formaggio e salumi, che oltre a non essere salutari, non aiutano a rimanere focalizzati durante il pomeriggio lavorativo.

Per questo è importante fare una spesa furba: comprare gli alimenti giusti, che ci semplificano la vita e non hanno bisogno di troppi passaggi per essere preparati. Ma che siano anche leggeri e non troppo elaborati da digerire, per mantenere salva la linea e non avere sonno il pomeriggio. 

Nel tuo carrello della spesa non devono mancare:

  • legumi in scatola
  • uova
  • pesto
  • gnocchi
  • ravioli 
  • verdure (anche surgelate)
  • petto di pollo, tacchino
  • salmone affumicato
  • tonno in scatola
  • pane tagliato a fette da surgelare

Le verdure: come prepararle

La prima regola è non far mai mancare la verdura, soprattutto quella cotta, un alimento indispensabile. Penserai che è il cibo che richiede più tempo, perché bisogna pulirla, cucinarla… Sì, è vero, ma è anche vero che basta solo organizzarsi. Ad esempio, prova a ritagliarti un paio di ore alla settimana da dedicare alla preparazione di tutte le verdure che consumerai nei giorni a venire e tutto sarà più semplice.

Oltre a lessarle, prepararle al vapore, puoi cucinarle in forno: il vantaggio è che puoi sfruttare i ripiani e cuocere insieme diversi tipi di ortaggi. I tempi si dimezzeranno! Prova così i pomodorini, le carote, il cavolfiore, le zucchine, le patate dolci.
Dopo averle lavate e pulite, taglia le verdure a tocchetti e disponile in una teglia, su carta da forno. Condiscile con sale, spezie e un filo d’olio e mettile in forno a 200 gradi (fai attenzione ai tempi di cottura diversi).

A cottura ultimata, disponile nei contenitori o nelle bustine da freezer e congelale, così da tirarle fuori all’occorrenza.

Senza alcuna fatica avrai per ogni tuo pasto la verdura che preferisci, da accompagnare alle proteine e, perché no, da usare per condire la pasta o i cereali.

Uova sode con verdure colorate per un pasto veloce e completo

A bollire due uova ci vuole davvero pochissimo impegno e sono un alimento nutriente che puoi accompagnare con delle verdure per avere un pasto completo.

Il vantaggio è che puoi preparare tutto prima, lasciare le uova in frigo e tirarle fuori al momento di consumarle.

Basta mettere dell’acqua in un pentolino e versarvi le uova fresche (puoi farlo la mattina, mentre bevi il caffé della colazione), aspettare 7 minuti, quindi tirarle fuori e togliere delicatamente il guscio.

Puoi accompagnare le uova con qualche verdurina (cruda o cotta, a te la scelta!), tagliata a julienne. Ideale per questo piatto sono le carote, i peperoni gialli e la cipolla, per un mix di colore e gusto. Irrora con un filino di olio e, se gradisci, aggiungi origano o altre spezie ed erbe aromatiche a scelta. Oppure, in alternativa, servile con una salsa light allo yogurt.

come preparare una salsa light

Il condimento trasversale: la salsa light allo yogurt

È facilissima da preparare e ti serve per accompagnare piatti di verdure cotte, pinzimoni, piatti di pesce e di carne.

Versa un paio di cucchiai di yogurt greco (o bianco) in una ciotolina, aggiungi un aglio schiacciato, un pizzico di sale, qualche goccia di limone spremuto, un pizzico di erba cipollina e qualche fogliolina di menta tritate. Miscela il tutto e servi.

Se caratterizza troppo, elimina l’aglio schiacciato.

Per la pausa pranzo in smart working, la soluzione è organizzare i pasti in modo furbo e preparare degli alimenti da abbinare tra di loro facilmente. Per esempio, avere sempre un piatto principale con delle proteine o dei carboidrati da cucinare velocemente e dei contorni flessibili, da fare girare 

Il piatto ricco e leggero: insalata di legumi e verdure

Questo è un piatto che regala soddisfazione, senza appesantire. Se hai poco tempo per cuocere i legumi, usa quelli già pronti che trovi nel barattolo di vetro.

Elimina l’acqua di ammollo e sciacquali velocemente sotto l’acqua corrente, quindi versali in un piatto. La quantità è di circa 180 g totali.

Intanto, a parte, taglia a fettine sottili un peperone rosso, a dadini una carota e aggiungi i fagiolini (che magari avrai in casa tra le verdure preparate in precedenza e congelate), un cipollotto e un cucchiaio di mais. Irrora con un filino di olio, unisci l’origano e qualche odore a scelta e mescola ai legumi.

Otterrai un piatto veloce e leggero che non ti appesantirà in vista del pomeriggio lavorativo.

Salmone supersmart

Se per il pranzo hai davvero pochissimo tempo, il salmone affumicato è un alimento che risolve. Puoi mangiarlo come carpaccio, condito con olio evo, limone o aceto balsamico, accompagnato dalla salsa allo yogurt.

Oppure, se hai in casa qualche fettina di pane di segale, integrale o ai cereali, puoi preparare un velocissimo sandwich. Prendi della lattuga, ma va bene anche la rucola, lava le foglie e adagiale sulla fettina di pane, poi aggiungi qualche fetta di salmone affumicato (circa 80g), un giro di olio evo e aggiungi qualche fettina di cipolla.

Una versione più ricca del sandwich di salmone è quella con l’avocado, tagliato a fettine, o schiacciato con la forchetta per ottenere una crema.

sandwich veloci da mangiare in pausa pranzo

Il pranzo zero impegno: pasta fredda in insalata

Un altro must per le pause pranzo iper veloci, è la pasta fredda in insalata.

Ti consente di fare un pasto soddisfacente, senza trascorrere troppo tempo ai fornelli. Basta organizzarsi al mattino prima di iniziare a lavorare, o la sera prima, per il giorno dopo.

Scegli il tipo di pasta che preferisci, consigliamo quella che rimane sempre un po’ al dente, come ad esempio le farfalle oppure i fusilli, cuocine 60g e una volta pronta scolala e passala sotto l’acqua corrente.

Quindi aggiungi due cucchiai di pesto, un pomodorino tagliato a fettine, qualche foglia di lattuga o di rucola, un filino di olio e un po’ di basilico.

Ora conservala in frigo e tirala fuori un po’ prima di mangiare, per portarla a temperatura ambiente.

pasta fredda con pesto e pomodorini

Legumi in scatola, verdure surgelate, salmone affumicato… Per mangiare bene in pausa pranzo, anche se lavori in casa, è importante fare una spesa furba e comprare gli alimenti giusti. Quelli che ci semplificano la vita e non hanno bisogno di troppi passaggi per essere preparati

Il must che non può mancare: la Caesar Salad light

Conosciamo ormai i benefici del pollo, la carne leggera che “asciuga” riducendo il gonfiore addominale, non possiamo quindi farlo mancare alla nostra carrellata di piatti “smart”, per chi lavora in casa.

Eccolo quindi proposto in una versione light della celebre Caesar Salad, per la quale ci vorranno solo pochi minuti.

Cuoci alla piastra 120g di petto di pollo e taglialo a listarelle. Intanto lava la lattuga, o un’altra verdura a foglia, e un cetriolo, quest’ultimo taglialo a rondelle, e se vuoi dei pomodorini.

Metti tutto in un piatto, aggiungi la carne, un pizzico di sale e condisci il piatto con la salsa allo yogurt.

insalata di pollo leggera

La frittata salvapranzo

Di nuovo le uova, ma questa volta in versione frittata, con una delle verdure preparate e conservate in freezer, come gli spinaci (ma vanno bene anche le erbette, le coste e i fagiolini).

Preparala al mattino prima di iniziare a lavorare, e cuocila in forno così da ridurre i grassi.

Rompi due uova, aggiungi un pizzico di sale e uno di pepe nero, sbatti con una forchetta, aggiungi un po’ di parmigiano grattugiato e infine gli spinaci già cotti (la quantità varia in base ai tuoi gusti). Sposta tutto in una teglia ricoperta da carta forno e lascia cuocere per circa 20 minuti a 180 gradi, quindi fai riposare in forno spento.

Una volta impiattata, puoi accompagnarla con una forchettata di verdure cotte a scelta.

ricette veloci con le uova


Emergenza COVID-19

Causa nuovo lockdown, abbiamo deciso di rendere GRATUITO l'accesso al nostro programma alimentare IN FORMA! Fai subito il TEST e torna oggi al tuo giusto peso.
PER FARE IL TEST, CLICCA QUI