Quando si parla di alimentazione e bella stagione non si può fare a meno di ricordare il pesto, la salsina verde da utilizzare per condire la pasta o i cereali, ma anche per insaporire il pesce, farcire torte salate, dare maggior sapore alle verdure.

Attenzione però a quello già pronto, comprato al supermercato. Può contenere conservanti, insaporitori, sale, condimenti grassi, zucchero e olii di scarsa qualità. Meglio prepararlo in casa, usando alimenti freschi per esser certi di portare a tavola bontà e salute.

Ma non esiste solo il pesto alla genovese: sono tantissime le varianti che si possono fare. Pesto di zucchine, di aglio orsino, di menta, …

In questo articolo vediamo quali sono le ricette migliori e le più facili e scopriamo come farle a casa. Così puoi farne scorta e conservarli in freezer, per averli a disposizione anche in inverno.

1. Il pesto di basilico

Quando si parla di pesto, la prima cosa che viene in mente è senza dubbio il profumato e verde basilico. Una pianta che nasce in primavera e ci fa compagnia per tutta la stagione estiva. Per la preparazione del pesto devi usarlo a crudo, così da mantenere intatte le proprietà nutritive. Tra le più importanti l’eucenolo, una molecola che assicura igiene e benessere intestinale, e che ha la funzione di controllare il senso di sazietà. L’ideale sarebbe coltivare il basilico in casa, puoi farlo anche mettendo una piantina sul balcone. Lasciala crescere e aspetta che lo stelo raggiunga circa 10 cm di altezza prima di staccare le foglie.

La ricetta del pesto di basilico 

Per preparare il pesto in casa ti occorreranno solo pochi minuti.

Procurati un pugno di foglioline di basilico (per 4 persone vanno bene circa 150 g), lavale con cura e asciugale con un canovaccio pulito. Mettile nel bicchiere del frullatore, aggiungi due cucchiai di olio extravergine di oliva, un cucchiaio di pinoli, uno spicchio di aglio e un pizzico di sale.

Frulla a intermittenza per qualche secondo, aggiungi un cucchiaio di formaggio grattugiato a scelta tra pecorino o parmigiano e continua a frullare fin quando la salsa non risulterà cremosa.

Potrai utilizzarlo subito, conservarlo per un paio di giorni in frigo, oppure congelarlo direttamente nel vasetto chiuso ermeticamente.

2. Il pesto di menta

Un’altra erba profumata, tipica della bella stagione, è la menta. Salutare, rinfrescante, combatte l’alitosi, aiuta la digestione e, grazie al mentolo, stimola l’attività gastrica. La menta, inoltre, è un ottimo coadiuvante nel trattamento dell’asma.

Si sposa benissimo con tante varietà di ortaggi, ma puoi utilizzarla anche per la preparazione del pesto.

La ricetta del pesto di menta

Procurati un mazzetto di menta fresca (circa 150 g, per 4 persone), un cucchiaio di anacardi, uno di pecorino, un cucchiaio di scalogno tritato, un pizzico di sale e olio extravergine di oliva.

Lava accuratamente le foglie di menta e asciugale il più possibile.

Mettile in un mortaio o in un frullatore, aggiungi gli anacardi e inizia a pestare (o a frullare a intermittenza). Continua a lavorare, unendo il pecorino e il pizzico di sale. Quando la salsina sarà densa, aggiungi lo scalogno e, se lo gradisci, anche uno spicchio di aglio. Solo alla fine cospargi con un filo di olio extravergine di oliva.

A questo punto, la tua salsina sarà abbastanza cremosa e potrai usarla per condire la pasta, l’orzo, il riso o il farro, spalmarla su una fetta di pane integrale o, ancora, utilizzarla per insaporire le verdure.

3. Il pesto di bietole

Forse la varietà di pesto meno conosciuta, ma che regala un mix di gusto e benefici da portare a tavola senza temere per la linea.

La bietola è un ortaggio super nutriente, che contiene sali minerali, vitamine A e C, ma anche vitamina K che assicura una corretta coagulazione del sangue. Inoltre, è ricca di betacarotene, luteina, quercetine e molte altre sostanze che contrastano l’invecchiamento. Non solo: verdura leggera e poco calorica, contribuisce ad aumentare il senso di sazietà grazie al contenuto di fibre.

La ricetta del pesto di bietole

Preparare in casa il pesto di bietole è semplicissimo: procurati qualche foglia dell’ortaggio (per 4 persone circa 120g scegliendo solo la parte verde), tre noci, un cucchiaio di pecorino, un pizzico di pepe, uno di sale e due cucchiai di olio extravergine di oliva. Metti tutti gli ingredienti nel bicchiere del frullatore e azionalo per qualche minuto. Anche in questo caso, se gradito, puoi aggiungere uno spicchio di aglio.

Una volta pronto usalo subito per condire la pasta o i cereali.

Il pesto di bietole, così come tutti gli altri tipo di pesto è preferibile prepararlo e consumarlo nel giro di poco tempo, così da mantenere intatte le proprietà dell’ortaggio.

4. Pesto di rucola

Tra le varietà di pesto, non poteva certo mancare quello al sapore di rucola. Questo ortaggio è nutriente, si presta alla preparazione di tanti piatti freddi, è drenante e grazie al sapore amarognolo, aumenta il senso di sazietà.

Ricetta del pesto di rucola

Anche per la preparazione del pesto di rucola occorrono pochissimi minuti: prendi della rucola fresca (150 g per 4 persone), lavala e asciugala con cura, quindi trasferiscila nel bicchiere del frullatore. Aggiungi un cucchiaio di formaggio grattugiato, un pizzico di pepe nero, un cucchiaio di pinoli e inizia a frullare a tratti. Completa con due cucchiai di olio extravergine di oliva e, se vuoi renderlo più profumato, qualche fogliolina di basilico. Continua a frullare fin quando la crema non sarà abbastanza densa.

Ora portala a tavola per insaporire le verdure, condire la pasta oppure farcire torte salate.

5. Il pesto di sedano

Se è vero che in cucina non si butta nulla, allora non puoi non provare questa fantasiosa ricetta. Le foglie di sedano, che generalmente vengono scartate per lasciare spazio ai gambi, possono essere usate per preparare un buon pesto.

Porta spesso a tavola il sedano, favorisce la diuresi, contrasta la ritenzione idrica, è tonico ed espettorante.

Ricetta del pesto di sedano

Innanzitutto puliscile, quindi mettile nel bicchiere del frullatore (considera circa 100 g), insieme a un cucchiaio di mandorle tritate, e inizia a frullare per qualche secondo. Aggiungi un cucchiaio raso di formaggio grattugiato e un cucchiaio di olio extravergine di oliva. Continua a frullare fin quando la salsa non sarà cremosa. Potrai utilizzarla per condire primi piatti e verdure.

6. Il pesto di zucchine

Tra le varietà di piante e ortaggi che insaporiscono e profumano i piatti della bella stagione, ci sono anche le zucchine. I modi per portarle a tavola sono tanti, ma il pesto di zucchine esalta la freschezza dell’ortaggio e ben si sposa con altri alimenti.

Ricetta del pesto di zucchine

Per 4 persone, prendi due zucchine, tagliale a rondelle dopo averle ben lavate, falle rosolare in padella per 10 minuti insieme a uno spicchio di aglio. Lascia raffreddare e mettile nel bicchiere del frullatore, aggiungi qualche fogliolina di basilico ben lavata e circa 100 g di ricotta fresca (oppure 80 g di parmigiano). Aggiungi 2 cucchiai di olio extravergine di oliva e tre noci.

Frulla fin quando non otterrai una crema morbida e cremosa. Anche in questo caso potrai utilizzare il pesto per condire la pasta o portare la salsina a tavola per spalmarla su una fetta di pane tostato.

7. Pesto di aglio orsino

L’aglio orsino è una pianta spontanea, che cresce vicino ai boschi e ai torrenti, di cui si mangiano le foglie e il bulbo. Nasce in primavera e si può raccogliere fino a giugno.

Ha il sapore dell’aglio, ma è più delicato. E ha tantissime proprietà: abbassa il colesterolo, è super detox, è ricchissimo di minerali e vitamine.

Ricetta del pesto di aglio orsino

Raccogli circa 100 g di foglie di aglio orsino e lavale bene, togliendo tutti i residui di terra e impurità, e falle asciugare su un canovaccio pulito.

Quindi versale in un recipiente capiente, insieme a 50 g di noci, 50 g di mandorle e a 10 g di parmigiano grattugiato. Versa l’olio a filo e inizia a frullare il tutto con un frullatore a immersione. Dovrà risultare un composto morbido e cremoso. E infine aggiusta di sale.

Puoi usarla per condire i primi o insaporire altri piatti. In frigo si conserva per qualche giorno, in freezer per qualche mese.

8. La salsa verde: perché sceglierla?

Una cosa che accomuna i tipi di pesto che ti abbiamo suggerito è il colore degli alimenti principali. Basilico, menta, zucchine, bietola, sedano, rucola: sono tutti verdi. Il colore a tavola ha la sua importanza anche da un punto di vista nutrizionale.

Gli ortaggi verdi, di cui ne fanno parte tantissime altre varietà come asparagi, cetrioli, lattuga, spinaci, broccoli, carciofi, sono ricchi di magnesio. Contengono acido folico, utile per la prevenzione delle malattie cardiovascolari, sono antiossidanti, combattono i radicali liberi e l’invecchiamento precoce.

Una ragione in più, quindi, per portarli spesso in tavola è per la salute del tuo organismo.

Foto Pixabay e Unsplash.


Se i nostri articoli ti piacciono, ti suggeriamo di iscriverti alla newsletter

Riceverai tutte le settimane delle email esclusive con dei consigli utili (e testati) per rimanere in forma, dimagrire e migliorare la tua alimentazione. E riceverai subito in regalo una guida per sgonfiarti e perdere peso senza dieta. Se vuoi la guida in regalo, CLICCA QUI