mimettoadieta.it, mi metto a dieta

G

Pasqua non è Natale, è vero – solo un paio di pranzi in famiglia, meno feste con gli amici, meno aperitivi –, ma non per questo deve essere sottovalutata.

Perché tra uova di cioccolato, colombe, grigliate e picnic di Pasquetta, il rischio di mettere su qualche kg esiste, che poi andranno smaltiti insieme agli altri accumulati durante l’inverno.

E poi quest’anno Pasqua cade a ridosso dei ponti del 25 aprile e 1° maggio, altre occasioni mangerecce.

Quindi, ci aspettano 2/3 settimane durante le quali la nostra linea sarà in pericolo.

Ma soprattutto questo è un periodo molto delicato, perché nel frattempo la temuta prova costume si avvicina.

Se si vuole tornare in forma, questo è il momento ideale per farlo e programmare un percorso dimagrante, detox e di tonificazione muscolare (conosci il nostro percorso IN FORMA!, per dimagrire in modo sano e naturale?).

Per non arrivare a giugno e luglio in preda al panico e fare una delle diete strong che ti fanno perdere 5 kg in una settimana e fanno più danni che altro.

Quindi, questo significa che dobbiamo stare a stecchetto a Pasqua ed evitare picnic e grigliate?

Assolutmante no! In questo articolo cerchiamo di capire come goderci Pasqua e i ponti primaverili, senza mettere a repentaglio la nostra remise en forme.

Parliamo di:

1. Goditi le feste

Fare attenzione a non esagerare, non significa pensare alla dieta e rovinarsi i pranzi pasquali e le cene con gli amici, ma essere accorti e giocare d’astuzia.

Per cui, anche se sembra contraddittorio, bisogna adottare qualche piccola strategia salva-linea, senza contare le calorie e preoccuparsi di kg in eccesso.

Farlo, sarebbe solo fonte di frustrazione e malumore.

2. Studia il calendario

Lo diciamo sempre: la preparazione è la tua migliore alleata. Prendi l’agenda e segna le occasioni in cui sai che festeggerai: focalizza la tua concentrazione solo su questi giorni, che saranno quelli in cui dovrai prestare maggiori attenzioni e fare qualche sforzo in più.

Gli altri giorni, mangia normalmente e alimentati in modo sano e bilanciato.

Inizia i pasti con della verdura cruda, riduci i grassi e i dolci, fuori pasto concediti solo degli spuntini sani (un frutto, degli snack di verdura, uno yogurt).

Durante i giorni fatidici, programma in anticipo l’altro pasto e cerca di farlo più leggero: più verdura, meno carboidrati, riduci le porzioni.

A ridosso dei ponti primaverili, le vacanze di Pasqua mettono in pericolo la nostra linea. È possibile festeggiare, godersi picnic e grigliate senza eccedere e accumulare chili di troppo? Sì, giocando d’anticipo e adottando qualche stratagemma furbo   

3. Uno di tutto

Non fare i bis: questa è una regola d’oro. Mangia tranquillamente quello che viene portato in tavola e quello che è di tuo gradimento, ma prendi una porzione sola.

Una fetta di colomba, una fetta di torta pasqualina, una porzione di arrosto…

Purtroppo, i cibi più gustosi, sono anche quelli più nocivi per la nostra forma fisica e bisogna limitarli, ma non eliminarli del tutto.

4. Inizia con le verdure

Al posto degli antipasti classici, ricchi di salse, grassi e sale, scegli delle verdure crude. Riempiono perché voluminose e aiutano ad abbassare il carico glicemico di tutto il pasto. Questo ti aiuterà a sentirti sazia più a lungo e arrivare al pasto successivo senza la tentazione di piluccare fuori pasto.

mimettoadieta.it, mi metto a dieta

5. Una sola fonte di carboidrati

Altro consiglio importante: cerca di limitare l’assunzione di pasta, pane, colomba, patate dell’arrosto. Sono tutti carboidrati, fondamentali, ma ne va assunto un tipo per pasto. O il primo, o il pane, o la torta pasqualina. È difficile, lo so. Allora, scegli il carboidrato a cui puoi rinunciare ed elimina quello. Degli altri, riduci le porzioni.

6. Scegli bene i dolci

Impossibile resistere a un pezzettino di uovo di Pasqua e a una fetta di colomba. Fai allora attenzione agli ingredienti: l’uovo di Pasqua è meglio di cioccolato fondente, e che sia fatto solo con cacao, zucchero, burro di cacao. Prendilo un po’ più piccolo, ma di una buona marca e di ottima qualità.

Mentre come colomba scegli quella classica, senza creme e aggiunta di cioccolato.

7. Limita i brindisi

Non ci pensiamo mai, ma anche quello che beviamo influenza la bilancia: le bevande zuccherate e gli alcolici sono infatti dei grandi nemici della linea.

Infatti, un bicchiere di vino contiene circa 100 kcal e una bibita in lattina anche 140.

Durante un pasto già calorico, quindi, possono apportare anche 500/600 calorie in più. Quindi, versati un bicchiere di vino e centellinalo per tutto il pasto.

In ogni caso, sempre meglio bere acqua, una grande alleata: bevi almeno 2 litri al giorno.

8. Goditi la primavera

Questo periodo ha un grande vantaggio: segna l’arrivo della primavera, del bel tempo e delle giornate che si allungano.

Cosa c’è di meglio di una bella passeggiata all’aria aperta dopo pranzo, per smaltire?

Approfittane e muoviti il più possibile.

E se per Pasquetta organizzi il classico picnic, scegli una località dove per arrivare devi lasciare la macchina un po’ distante e sei costretta a camminare un po’.

mimettoadieta.it, mi metto a dieta

9. Take away per gli ospiti

Come spesso accade, dopo i pranzi e le cene rimangono tantissimi avanzi. Portate principali, dolci, stuzzichini. Se vuoi salvare la linea, devi liberartene.

Dividili in porzioni e regalali agli ospiti: fa piacere a tutti non dover cucinare e avere qualcosa di già pronto.

10. E se sei ospite?

Offriti di portare qualcosa da mangiare, scegli magari le portate più a rischio, così hai maggiore controllo su grassi e calorie: la pasta al forno, che puoi preparare prima e scaldare una volta arrivata, l’uovo di Pasqua di cioccolato fondente, gli antipasti includento i pinzimoni di verdure.

11. Cosa fare dopo le feste

Molte persone si sentono in colpa per aver mangiato troppo e adottano comportamenti sbagliatissimi: eccedono con lo sport, digiunano, iniziano diete drastiche per smaltire i chili di troppo. Ma sono tutte azioni controproducenti: dopo un illusorio dimagrimento, si riprenderanno i chili con gli interessi.

Meglio tornare alla normalità, con un’alimentazione sana e bilanciata: pasti leggeri, tanta verdura, movimento e tanta acqua.

Piuttosto, si può fare un paio di settimane di dieta detox per ripulire l’organismo.

Foto di: Annie Spratt; Brittany Gaiser on Unsplash.


Se i nostri articoli ti piacciono, ti suggeriamo di iscriverti alla newsletter

Riceverai tutte le settimane delle email esclusive con dei consigli utili (e testati) per rimanere in forma, dimagrire e migliorare la tua alimentazione. E riceverai subito in regalo una guida per sgonfiarti e perdere peso senza dieta. Se vuoi la guida in regalo CLICCA QUI